‎Un professore di Harvard appena rotto il mito che l’olio di cocco è buono per voi, definendolo “puro veleno”

  • ‎Un professore di Harvard fatto alcuni commenti controversi riguardanti l’olio di cocco in una conferenza ha pubblicata su YouTube.‎
  • ‎Il video, che ha raccolto 400.000 hits, arriva dopo l’American Heart Association consigliato alle persone di evitare l’olio di cocco.‎
  • ‎Nel parlare, intitolato “L’olio di cocco e altri errori nutrizionali,” professor Karen Michels descritto olio di cocco come “puro veleno” e “uno dei peggiori alimenti che si può mangiare.”‎

‎Una lezione di 50 minuti tedesca diventando un successo virale su YouTube può sembrare insolita, ma il titolo del discorso di Karin Michels, il direttore dell’Istituto per la prevenzione e tumore epidemiologia presso l’Università di Friburgo e professore presso la scuola di Chan del TH di Harvard di Salute pubblica, ha causato un po’ di scalpore online. ‎

‎ Durante la lezione, intitolata “‎‎l’olio di cocco e altri errori nutrizionali‎‎,” Michels ha fatto lei stessa molto chiaro per quanto riguarda le raccomandazioni dietetiche e ha sottolineato che l’olio di cocco è ‎‎non‎‎ sano. ‎

‎ Suo stato superfood aveva già ‎‎sotto esame l’anno scorso‎‎ dopo la American Heart Association (AHA) ‎‎Aggiorna le sue direttive‎‎, che raccomanda che le persone evitare i grassi saturi presenti nell’olio di cocco. ‎

‎ “Olio di cocco è puro veleno”

‎ Michels è andato un passo avanti rispetto al Consiglio di evitare l’alimento, dicendo: “olio di cocco è puro veleno” e “è uno dei peggiori alimenti si può mangiare”. ‎

‎ Non c’è nessuno studio che mostrano i benefici significativi per la salute al consumo di olio di cocco. E, secondo Michels, olio di cocco è più pericoloso di strutto perché contiene quasi esclusivamente acidi grassi saturi, quelli che possono intasare le arterie coronarie. È possibile identificare i grassi che contengono grandi quantità di acidi grassi saturi controllando per vedere se restano solidi a temperatura ambiente, come è il caso con burro o strutto. ‎

‎ Basa sul fatto che contengono un sacco di acidi grassi insaturi, gli esperti raccomandano di oliva o olio di colza come alternativa, e mentre non può essere utilizzato per cucinare, olio di semi di lino è ricco di acidi grassi omega-3 ed è altrettanto buono per il corpo. ‎

‎ Mentre Michels non descrive altri “supercibi” come acai, semi di chia o matcha come nocivi, al massimo lei li considera inefficace perché, nella maggior parte dei casi, le sostanze nutrienti per che hanno sei propagandati sono disponibili solo come prontamente in altri alimenti che sono più facilmente accessibile come carote, ciliegie e albicocche. ‎

‎ “Siamo ben e sufficientemente fornito,” ha detto. ‎

‎L’anno scorso, l’AHA aggiorna le sue direttive, per raccomandare persone evitare i grassi saturi presenti nell’olio di cocco.‎

‎Sono davvero così malsano grassi saturi? ‎

‎ Maggior parte dei ricercatori concordano che l’olio d’oliva o olio di semi di lino possono formare ‎‎una parte importante‎‎ di una dieta sana. Mentre il mondo scientifico è ancora discutendo se gli acidi grassi saturi sono davvero il lavoro del diavolo, altri dicono con certezza che questo è il caso. ‎

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *